E’ morto Francesco Cossiga…

17 08 2010

…e non mi dispiace nemmeno un po’.

«Lasciarli fare. Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città. Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri. Nel senso che le forze dell’ordine dovrebbero massacrare i manifestanti senza pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli a sangue e picchiare a sangue anche quei docenti che li fomentano (Francesco Cossiga)


«Io aspetterei ancora un po’, e solo dopo che la situazione si aggravasse e colonne di studenti con militanti dei centri sociali, al canto di Bella ciao, devastassero strade, negozi, infrastrutture pubbliche e aggredissero forze di polizia in tenuta ordinaria e non antisommossa e ferissero qualcuno di loro, anche uccidendolo, farei intervenire massicciamente e pesantemente le forze dell’ordine contro i manifestanti(Francesco Cossiga)

(Da questo e quest’altro…)

L.





Grecia, segnali di ripresa

1 05 2010

In Grecia segnali di ripresa: «Lo Stato non raggiungerà mai la bancarotta» ha dichiarato Zenone.

[waxen]

Da Spinoza, Un blog serissimo.





Omeopatia uccide una bambina

1 10 2009

Parents failed Gloria, jailed for ‘cruelty’.

Una bambina di nove mesi è morta, a causa di una grave forma di eczema cronico.

Il motivo? I suoi genitori, Manju e Thomas Sam, hanno aspettato circa cinque mesi prima di portare la figlia in ospedale, perché hanno prima tentato di curarla con l’omeopatia. Omeopatia! Purtroppo sono arrivati in ospedale con una settimana di ritardo, rispetto al tempo necessario per salvarla.

«[…] he continued to display ”an arrogant approach to what he perceived to be the superior benefits of homeopathy compared with conventional medicine”.»

«[…] ha continuato a mostrare “un approccio arrogante verso quelli che considerava i benefici superiori dell’omeopatia rispetto alla medicina convenzionale”.» (Traduzione mia)

Io l’avevo detto: l’omeopatia tenetela per il raffreddore. Non si scherza con la vita! Soprattutto se è quella dei propri figli, e non la propria.

I due genitori sono stati processati e condannati: non solo per la negligenza nelle cure, ma anche per la crudeltà mostrata nei confronti della figlia. Crudeltà resa evidente dalle parole dei medici dell’ospedale, che dicono di non aver mai visto una bambina in condizioni così gravi. Aveva la pelle corrosa dall’eczema, soffriva sicuramente dolori infernali, i capelli le erano diventati bianchi.

Accendete il cervello, per favore. Fatelo per voi e per i vostri figli. Per tutte quelle persone che soffrono, colpevoli solo di avere dei genitori ignoranti.

Ringrazio Gullibility is Bad for You, per la notizia. E maledico i due genitori: possano loro soffrire i dolori della figlia, curandosi solo con l’omeopatia. Forse così capiranno. Anche se è troppo tardi.

L.

Parents failed Gloria, jailed for ‘cruelty’






Non ho mai detto ciò che ho appena detto

28 06 2009

Ormai è un’usanza di cui il nostro Silvio non può fare a meno. Deve avere veramente una cattiva memoria. Oppure essere scemo, e non capire proprio cosa dice quando parla.

Io opterei per la seconda opzione, ma forse, in effetti, l’età comincia a farsi sentire anche per lui. Nonostante la faccia tirata, il cervello invecchia. Chissà.

 Berlusconi: «Bisognerebbe chiudere la bocca ai catastrofisti»

«dovremmo veramente chiudere la bocca a tutti questi signori che parlano, […] che così facendo distruggono la fiducia dei cittadini dell’Europa e del mondo.»

Berlusconi: “Mai parlato di bocche chiuse”

«Io non ho mai detto di chiudere la bocca agli enti o ai media e se l’ho detto non c’era assolutamente nulla di violento o meno che liberale»

Qui c’è il video: CLICK ME. Non so più cosa pensare…

L.





NO educazione sessuale: troppo esplicita

26 06 2009

“Basta lezioni di sesso a scuola”. Diktat a Milano: troppo esplicite.

«La Asl vieta ai suoi operatori di fare educazione sessuale agli studenti sotto i sedici anni. Da ora potranno solo istruire mamme e insegnanti, a cui spetterà poi il compito di rispondere alle domande dei giovani.»

Una notizia del genere non meriterebbe nemmeno un commento serio. Ma siamo in Italia, conviene abituarsi a leggere tutti i giorni una marea di stupidaggini.

L’educazione sessuale dovrebbe diventare I bambini, figlio mio, vengono portati dalla cicogna sotto un cavolo, dopo che le api hanno amato i fiori del giardino come il tuo papà ama la tua mamma? Storiella alla quale il figlio, dai 12 anni in poi, risponderà qualcosa di molto simile a Ma vaffanculo, va’. Stiamo parlando di sesso, svegliati.

E’ evidente l’importanza di incontri seri sul tema, per informare i ragazzi. Ormai il sesso è qualcosa che entra nella vita dei ragazzi molto presto, e spesso anche prima dei sedici anni, bisogna prenderne atto. La reazione migliore a questa situazione non è l’interruzione dei corsi, ma l’esatto contrario, un’informazione che sia sempre migliore e più accurata! Ad ogni età.

Concludo ricordando che la presenza di medici, o di psicologi, è il particolare più importante in assoluto, perché permette di parlarne e di imparare senza troppo imbarazzo e senza timori. Quante persone hanno un rapporto con la famiglia adeguato per parlare delle proprie esperienze sessuali, per chiedere consigli?

«”E’ assurdo – dice un’insegnante che da anni segue l’educazione sessuale – l’attività funzionava perché c’era un contatto diretto fra ragazzi e operatori, e questo aiutava a superare l’imbarazzo”»





Antiabortista uccide un medico

31 05 2009

USA, medico abortista ucciso mentre entrava in chiesa

«George Tiller, 68 anni, direttore di una clinica di Wichita, nel Kansas, in cui si praticavano aborti, è stato ucciso oggi mentre entrava in una chiesa luterana. George Tiller era diventato uno dei principali bersagli degli attacchi degli antiabortisti, perché la sua clinica era specializzata nel praticare interruzioni di gravidanza negli ultimi giorni in cui era legalmente possibile farlo.»

La prima volta che ho letto questa notizia, ho pensato di aver capito male. Poi mi sono reso conto che quello con le idee poco chiare, decisamente non sono io.

Un antiabortista che uccide un uomo. Una persona che combatte contro l’interruzione di gravidanza perché la considera omicidio, una persona che difende la santità della vita, ha ucciso un uomo. Ma come funziona il ragionamento? Prima di nascere la tua vita è sacra e va difesa, e non appena nasci non vali più niente?

Citando una frase di George Carlin, che avevo già utilizzato in Aborto negato in ospedale:

«Ragazzi, questi conservatori sono proprio forti, vero? Sono tutti a favore dei non nati, farebbero di tutto per i non nati, ma una volta che sei nato sono cazzi tuoi!»

La coerenza l’hanno abbandonata in un angolo a fare ragnatele.

L.