About me

Ciao a tutti, benvenuti.

Mi chiamo Luca, abito in una piccola città nei dintorni di Novara. Ho vent’anni e studio Scienze Biologiche a Pavia. Ho studiato in un Liceo Scientifico, da cui sono uscito con risultati non eccellenti ma comunque buoni. Nonostante la scuola, ho degli interessi. Mi piace leggere, amo i saggi scientifici, ma ovviamente anche i romanzi. La mia piccola classifica personale, per ora molto scarna, contiene: “L’orologiaio cieco” e “L’Illusione di Dio” di Richard Dawkins; “La fattoria degli animali” e “1984” di George Orwell – come è reso evidente da titolo e sottotitolo del blog! -; la serie “Guida galattica per gli autostoppisti” di Douglas Adams; “Il senso delle cose” di Richard Feynman; “Il barone rampante” di Italo Calvino; “Nelle terre estreme” di Jon Krakauer; libri gialli.

Penso che siano bastati i titoli dei libri a rendere evidenti alcuni altri aspetti di me. Sono ateo, e sono un difensore appassionato della libertà di pensiero e di parola. Quest’ultimo particolare a scuola mi ha fatto guadagnare la fama del matto perché, si sa, sono i professori ad avere il coltello dalla parte del manico. Ma c’è poco da fare, se non sono d’accordo con qualcosa non riesco a star zitto; se ricevo un ordine, devo chiedere una giustificazione logica; se ricevo una punizione, voglio che mi venga spiegato il motivo. Questo blog sarà un luogo dove dare libero sfogo ai miei pensieri, ai miei ragionamenti. E, per ricordare a me stesso che la vita non va presa troppo sul serio, non mancheranno interventi più leggeri, più divertenti, o puramente stupidi. 🙂

Sono ateo, sì. Lo sono dalla nascita, la mia famiglia è composta da scettici. Mio padre mi ha sempre insegnato a ragionare su ciò che mi viene detto, e a non fidarmi troppo di quel che si sente in giro. Mia sorella, di dieci anni più grande di me, mi ha insegnato l’amore per la scienza, in particolare per la biologia.

Comunque, non vivo solo di libri. Un’altra mia passione è il parkour, l’arte dello spostamento. Mi piace l’idea di imparare a sfruttare al meglio il proprio corpo, e di saper sfruttare queste possibilità in città, luogo non naturale. Guarda caso, anche questo è collegato con la biologia… Pensare a che incredibile macchina la selezione naturale ha generato è un’emozione molto particolare.

Beh, è ora di chiudere questa presentazione… È abbastanza lunga, e decisamente inutile.

«Il nostro io non è un frammento molto importante del mondo.» – Bertrand Russell

Ciao a tutti. 🙂

L.

9 responses

8 09 2008
Luca

Complimenti, io alla tua età giocavo a Scudetto…
Prometti bene 😉
P.s.
Noi siamo sempre stati in guerra con l’Oceania, non ricordi?

14 09 2008
Luca

Se ti è piaciuto 1984 potresti leggere Brave new world.

15 09 2008
BerryHey'

Brave new world… Huxley? Mi pare che sia simile, no? Vorrei provare a leggere cose diverse, piuttosto… Però lo tengo come possibilità.

Grazie, comunque!
L.

5 02 2009
Filippo

Ha letto “Il Caso e la Necessità” di Jacques Monod?
Forse è ancora più scioccante dei libri di Dawkins, anche se alcuni passaggi sono parecchio complicati.

5 02 2009
BerryHey'

@Filippo
No, non l’ho mai letto… Mi informerò appena possibile, grazie del consiglio! 🙂

6 02 2009
Filippo

Lo legga, è un libro meraviglioso, oltre ad essere un classico della biologia contemporanea. Devo dire che alcuni capitoli sono difficili per chi come me non si intende di biologia molecolare, ma ne vale davvero la pena. Può cercare una breve recensione del libro su ibs oppure nella biblioteca dell’ UAAR nella sezione della divulgazione scientifica. A me piace molto il commento del matematico e filosofo Douglas Hofstadter su Monod: “una mente straordinariamente fertile che scrive in modo molto personale su problemi affascinanti, per esempio su come si è costruita la vita a partire dal non vivente; o su come l’evoluzione, violando apparentemente la seconda legge della termodinamica in realtà ne dipenda.”
P.s. complimenti per il suo blog, ero convinto che lei avesse circa il triplo dell’età che ha!

23 07 2009
pat

Blog interessante, appena scoperto, ma passerò a leggerlo sovente.
Complimenti.

23 07 2009
BerryHey'

Grazie mille, sei il benvenuto! 🙂

L.

12 08 2009
tabagista1986

‘Le particelle elementari’ di Houellebecq?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: