Aborto negato in ospedale

30 09 2008

E’ estate, vietato abortire: una donna rimane in corsia.

L’articolo è del 9 agosto di quest’anno.

La protagonista è una donna incinta. L’analisi del feto mostrava delle gravi malformazioni, che avrebbero portato alla nascita di un bimbo morto, a causa del cervello inondato di liquido (l’articolo dice liquido amniotico, ma credo che in realtà sia liquido cefalorachidiano) e dei reni non funzionanti. La legge permette l’aborto entro la ventiduesima settimana, quindi la donna aveva solo quattordici giorni disponibili.

Nell’ospedale San Camillo, «le vengono somministrati dei medicinali per indurre il parto». A causa di alcune complicazioni è però necessaria un’operazione chiururgica, ma non ci sono anestesisti liberi per fare l’epidurale. Anzi, ce n’è uno, ma è obiettore di coscienza, cioè si rifiuta di aiutare la donna perché è contrario all’aborto. Per motivi religiosi.

Lei intanto soffre ed è ormai costretta a rimanere in ospedale, e ad aspettare per alcuni giorni l’arrivo dei medici, di ritorno dalle ferie. L’articolo non dice come sia andata a finire, spero bene.

«Non mi hanno dato nessuna certezza – si sfoga la paziente – e la cosa assurda è che sono in balia del caso e delle vacanze dei sanitari. Finora mi sono solo sentita ripetere “si vedrà”. Non mi hanno dato dei tempi certi e il termine per eseguire l’aborto scade giovedì, poi sarò costretta a tenere il bambino fino al nono mese, ma nascerà comunque morto. Se volessi cambiare ospedale dovrei ricominciare tutto daccapo: altri accertamenti, nuove visite, ancora impegnative e ulteriori affanni. Così molte donne sono costrette ad andare all’estero, dove tutto sembra più semplice.»

Com’è possibile che possa capitare una cosa simile? Siamo in Italia, non nel terzo mondo! Alla faccia dell’amore cristiano verso l’umanità!

Fosse per me, quell’anestesista sarebbe già licenziato e arrestato, per aver causato sofferenze inutili e per non aver svolto il suo dovere.

Citando George Carlin: «Ragazzi, questi conservatori sono proprio forti, vero? Sono tutti a favore dei non nati, farebbero di tutto per i non nati, ma una volta che sei nato sono cazzi tuoi!»

Che schifo di gente.

L.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: